Primi passi dopo l'aggiornamento a Onyx

Questo capitolo è destinato ai clienti di servizi di hosting che prima usavano la versione 9 o versioni precedenti di Plesk. Descrive le modifiche più importanti in Plesk e si occupa dei possibili problemi che gli utenti potrebbero riscontrare dopo che i loro account e siti sono stati spostati verso Plesk Onyx durante l'aggiornamento di Plesk.

Concetti più importanti di cui tener conto
  • Il concetto di Dominio è ora sostituito da quello di Abbonamento.

    Il concetto di dominio è stato sostituito con quello di abbonamento – una unità di hosting in grado di eseguire diversi siti (domini e sottodomini) su determinati servizi e risorse. L'hosting multi-dominio in un abbonamento è limitato a un indirizzo IP. Si consiglia ai clienti che devono ospitare siti su diversi indirizzi IP di ottenere ulteriori abbonamenti.

  • Le risorse di un cliente diventano ora risorse di un abbonamento.

    I clienti non devono più ridistribuire le proprie risorse attraverso domini o abbonamenti: ad ogni abbonamento viene assegnato un set fisso di risorse secondo un piano di hosting.

  • I certificati SSL/TLS normalmente vengono condivisi tra tutti i domini di un abbonamento.

    Tutti i siti compresi in un abbonamento condividono normalmente lo stesso certificato SSL/TLS. È anche possibile disporre di certificati per ogni dominio nel caso in cui Plesk supporti SNI.

    Per proteggere tutti i sottodomini in un abbonamento con un certificato, i clienti devono considerare la possibilità di acquistare un certificato SSL/TLS multidominio (wildcard).

Peculiarità dell'aggiornamento di SiteBuilder
  • Plesk Onyx comprende Presence Builder (in passato, SiteBuilder), ma l'utente può anche utilizzare SiteBuilder 4.5.

    Presence Builder è un componente di Plesk che consente la creazione veloce ed efficace di siti web. Quando Plesk (con incluso SiteBuilder) viene aggiornato a Plesk Onyx, il componente SiteBuilder non viene infatti aggiornato. Invece, il nuovo Presence Builder è installato sul server e SiteBuilder 4.5 rimane operativo; tuttavia, le operazioni sui siti web creati in SiteBuilder 4.5 sono limitati alla modifica e alla pubblicazione.

  • Il trasferimento di siti web da SiteBuilder 4.5 verso Presence Builder è supportato, ma con alcune limitazioni.

    Presence Builder permette ai siti web creati in SiteBuilder 4.5 di essere importati. Ciononostante, questa funzionalità presenta alcune limitazioni: alcuni elementi potrebbero risultare mancanti o danneggiati nel sito web importato. Si consiglia di confrontarlo con la versione originale ed aggiungere manualmente il contenuto mancante.

    Consultare la sezione Importare siti da SiteBuilder 4.5 per ulteriori dettagli sull'importazione di siti da SiteBuilder 4.5 verso Presence Builder.

Modifiche nell'archiviazione di contenuto protetto.
  • httpdocs è l'unica directory che può archiviare contenuti web accessibili su SSL/TLS sicuri.

    L'opzione per utilizzare una directory diversa per archiviare il contenuto web, alla quale accedere da connessioni SSL/TLS sicure non è più disponibile. Tutto il contenuto web viene ora archiviato nella directory unica - httpdocs.

    La directory httpsdocs può rimanere nell'abbonamento dopo l'aggiornamento a Plesk Onyx. Tuttavia si consiglia di includere tutto il contenuto nella directory httpdocs quando si caricheranno file nell'abbonamento su FTP.

    Se è stata selezionata l'opzione per conservare la protezione SSL e il resto del contenuto in directory differenti e c'erano applicazioni in formato APS installate nella directory httpsdocs di un sito web, allora dopo l'aggiornamento, Plesk attiverà la modalità di compatibilità per tale sito. In questo modo le applicazioni installate in precedenza nella directory httpsdocs saranno accessibili dagli utenti di Internet, ma le applicazioni non potranno essere gestite mediante Plesk e non sarà possibile installare nuove applicazioni nella directory httpsdocs.

    In tal caso, se si possiedono le conoscenze tecniche necessarie, è possibile realizzare quanto segue:

    1. Esegui il backup di tutto il contenuto dalla directory httpsdocs e salvala in un altro percorso. Non spostare ancora i file verso httpdocs.
    2. Crea il backup dei database usati dalle applicazioni installate nella directory httpsdocs. È possibile realizzare questa azione con l'aiuto dell'utility mysqldump.
    3. Rimuovi le applicazioni dalla directory httpsdocs.
    4. Disconnetti la modalità di compatibilità mediante Plesk (nella scheda Siti Web e Domini > nome di dominio).
    5. Reinstalla le applicazioni richieste.
    6. Carica i dati di cui hai eseguito il backup nel passaggio 1 nella directory httpdocs.
    7. Ripristina i database delle applicazioni importandoli verso il server del database MySQL.

    Se sei un utente inesperto, ti consigliamo di lasciare le applicazioni precedentemente installate e il contenuto caricato nella directory httpsdocs e di ospitare le nuove applicazioni su altri siti web. Se devi installare delle applicazioni sul sito funzionante in modalità di compatibilità, puoi installarle sul percorso (http://) httpdocs di tale sito.

 

Leave your feedback on this topic here

If you have questions or need support, please visit the Plesk forum or contact your hosting provider.
The comments below are for feedback on the documentation only. No timely answers or help will be provided.