Installazione di Plesk per Linux in modalità non sorvegliata

  1. Download dello script dell'installer

    Scarica lo script dell'installer:

    # wget https://autoinstall.plesk.com/plesk-installer

    Abilita la modalità di esecuzione per lo script dell'installer scaricato:

    # chmod +x ./plesk-installer

  2. Avvio dell'installer con le opzioni necessarie

    Per installare Plesk senza richiedere all'utente alcuna immissione, esegui lo script dell'installer fornendo tutte le informazioni necessarie tramite le opzioni corrispondenti:

    #sh ./plesk-installer install <RELEASE> <OPZIONI>

Per definire la release di Plesk specifica da installare si utilizzano i seguenti parametri.

Le seguenti opzioni vengono utilizzate per specificare informazioni aggiuntive.

Opzione Utilizzare Descrizione

--source

--source <URL>

oppure

--source <PERCORSO>

Le opzioni di origine dei pacchetti definiscono la posizione da cui l'installer deve scaricare i pacchetti di Plesk per l'installazione. Puoi utilizzare --source <URL> per specificare l'URL di un mirror del server degli aggiornamenti di Plesk oppure --source <PERCORSO> se i pacchetti si trovano in un'ubicazione locale nel file system. Se nessuna delle due opzioni viene utilizzata, i pacchetti di Plesk vengono recuperati dal server degli aggiornamenti di Plesk.

Per informazioni sulla gestione degli archivi mirror locali, vedere Mirror dei server Plesk con installazione automatica.

--preset

--preset <PREIMPOSTAZIONE>

Scegli uno dei set di componenti predefiniti per l'installazione: Consigliato, Completo o Personalizzato.

# ./plesk-installer install PLESK_17_0_17 --preset Full

--with

--with <COMPONENTI>

Aggiungi i componenti elencati alla preimpostazione selezionata.

# ./plesk-installer install PLESK_17_0_17 --preset Full --with git docker

--without

--without <COMPONENTI>

Escludi i componenti elencati dalla preimpostazione selezionata.

# ./plesk-installer install PLESK_17_0_17 --preset Full --without java horde

--components

--components <COMPONENTI>

Installa solo i componenti elencati.

# ./plesk-installer install PLESK_17_0_17 --components panel postgresql

Utilizza il comando list --components per visualizzare tutti i componenti disponibili:

# ./plesk-installer list PLESK_17_0_17 --components

Per visualizzare i comandi dell'installer disponibili, esegui:

# ./plesk-installer help

Per visualizzare informazioni sull'interfaccia estesa, basata su opzioni, esegui:

# ./plesk-installer --help-options

Esempio 1: installazione di Plesk da un mirror con componenti specifici

Il seguente comando installa Plesk 17 (ID release ID: 'PLESK_17_0_17') da un mirror configurato sul server "mirror.esempio.com" disponibile tramite HTTP. I file di installazione vengono memorizzati temporaneamente in "/tmp/panel" e lo stato dell'installazione viene comunicato all'indirizzo e-mail "ammin@esempio.com". I componenti installati sono pacchetti base di Plesk, il server PostgreSQL e il filtro antispam SpamAssassin.

# ./plesk-installer install PLESK_17_0_17 --source http://mirror.esempio.com/ --target /tmp/panel --components base postgresql spamassassin --notify-email ammin@esempio.com

Esempio 2: installazione di Plesk su vari server, configurazione consigliata

Questo script esegue un'installazione tipica della versione più recente di Plesk sui server specificati.

#!/bin/sh

SERVERS_LIST="nodo1.esempio.com nodo2.esempio.com"

per current_server in $SERVERS_LIST; do
ssh -f root@$current_server 'wget https://autoinstall.plesk.com/plesk-installer -O - | sh /dev/stdin --source https://autoinstall.plesk.com/ --target /tmp/plesk-installation --select-product-id plesk --select-release-latest --installation-type "Consigliato" --notify-email ammin@esempio.com'
done