Zone DNS per sottodomini

Plesk permette a tale sottodominio di avere la propria zona DNS. Tali zone di sottodominio sono utili se si desidera specificare un server di nomi personalizzato per un determinato sottodominio o ridurre il numero di registri DNS di dominio, riorganizzandoli in zone subordinate. Normalmente, le zone DNS di sottodominio offrono tutte le funzionalità DNS di dominio al livello di sottodominio.

In modo predefinito, Plesk non crea zone DNS separate per i sottodomini. Tuttavia, se desideri provare questa funzionalità, usa la seguente chiamata della riga di comando:

server_pref –u –subdomain-dns-zone own

Per disattivare questa funzionalità, usare:

server_pref –u –subdomain-dns-zone parent

Maggiori informazioni sull'esecuzione delle utility di Plesk su:

Nota: Il comportamento predefinito nella versione 10.4 prima di MU#9 era quello di creare zone DNS di sottodominio. Applicando l'aggiornamento #9 alla versione 10.4, la funzionalità rimarrà attiva. Altrimenti, il comportamento predefinito sarà quello di non creare zone separate.

Quando le zone del sottodominio non sono attive, i clienti modificano la zona DNS del dominio principale attivando il controllo di Parallels Panel su una zona di sottodominio particolare. Infatti, quando accedono a Siti Web e Domini > <domain_name> > Impostazioni DNS > Abilita/Disabilita, le seguenti situazioni sono possibili.

Abilitato

Non ha effetto sulla zona DNS di un dominio principale.

 

Disabilitato

Una nuova zona DNS viene creata per il sottodominio e tutti i record DNS corrispondenti a questo sottodominio vengono rimossi dalla zona DNS del dominio principale.

Soltanto  A e AAAA corrispondenti a questo sottodominio vengono aggiunti alla zona DNS del dominio principale.

 

 

Leave your feedback on this topic here

If you have questions or need support, please visit the Plesk forum or contact your hosting provider.
The comments below are for feedback on the documentation only. No timely answers or help will be provided.